Futurism in Egypt with Giovanni Lista

MULTIMEDIA ART FESTIVAL

Mémoire et Futurisme – Memory and Futurism

December 6-13, 2009
Alexandria

December 13-18, 2009
Cairo

*Workshops, video art, conferences, and installations

egypt memoryMemoria e Futurismo che ci riunisce in luoghi diversi d’Alessandria, oltre che del Cairo, che ci permette di incontrare un pubblico curioso, e’ nato da una certa filosofia di scambi e di incontri, dalla fedelta’ verso la citta’ di Alessandria e da un profondo desiderio di far conoscere le forme contemporanee dell’arte multimediale. Dal 2001, con progetti quali il Viaggiatore Alessandria-Marsiglia, poi le piattaforme ANIMANET e RAMI, artisti, addetti culturali, insegnanti, ricercatori, esperti di media, hanno creduto a questi progetti e a queste iniziative.

La video arte e’ stata inventata da Nam June Paik e Volf Wostell, all’inizio degli anni 60, da membri del Movimento artistico d’avanguardia Fluxus, promanazione di un altro movimento artistico fondamentale nella storia dell’arte: il Dadaismo. Questi due movimenti certamente non avrebbero avuto luce se non fossero stati preceduti dal Movimento futurista lanciato nel 1909 da Marinetti, tanto che i suoi principi hanno profondamente lasciato il segno in tutti i piu’ grandi movimenti d’avanguardia del XIX secolo. I Futuristi rinunciarono alla separazione tra l’arte e la vita (a loro l’invenzione della performance), propugnando la fine di tutti i classicismi, la rivoluzione formale permanente. Essi volevano essere in linea con la rivoluzione tecnologica d’allora che trasformava radicalmente i modi di vita e di relazione con l’ambiente.

Memoria e Futurismo propone lo studio delle basi della video arte all’interno dei manifesti futuristi e l’installazione Disposition, creazione numerica che fa riferimento ai supporti della memoria passando da Istanbul, Alessandria e Marsiglia. Alessandria, citta’ dellla memoria e’ anche citta’ dell’infanzia e della giovinezza di Marinetti, nato il 22 dicembre 1876 ad Alessandria e di altri importanti artisti degli inizi del 20° secolo. Parallelamente proiezioni, incontri sul tema « Cinema, video arte e futurismo » e due ateliers aperti a giovani artisti e realizzatori. L’atelier « Alla ricerca di Marinetti » e’ proposto da Marc Mercier, artista direttore di Instants Video con Giovanni Lista, storico del Futurismo. L’altro, centrato sull’edizione multimediale interattiva diretto da Renaud Vercey e Bruno Voillot, autori di Disposition, con Mohamed Youssef, artista plastico e multimediale.

Festival Blog

Facebook

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

%d bloggers like this: