Yay, Futurismo Stamps!

These stamps pictured will be released in San Marino on February 20, 2009, according to an article via Vaccari News (reproduced below). Will somebody PLEASE send these to me – I must have them…and thank goodness for San Marino – way to come through.

Also check out their past article on stamps designed by Giacomo Balla.

13 Gen 2009 – ore 13:35
Gen 13 2009
13:35

San Marino

Futurista quel foglietto

Il movimento artistico sintetizzato da Franco Filanci in dieci francobolli. Uscirà nel giorno del centenario, il 20 febbraio

Mentre l’Italia rischia di perdere l’anniversario (la non meglio identificata serie per “I maestri italiani del Novecento” è ancora da definire), San Marino lancia un foglietto che uscirà esattamente il 20 febbraio. Il giorno in cui, nel 1909, il quotidiano “Le figaro” presentò il manifesto del Futurismo, firmato da Filippo Tommaso Marinetti.

Il suo movimento –ricordano ora dal Titano- “si rivelò subito tra i più radicali per la rottura totale con la tradizione, tramite l’esaltazione della società meccanizzata e industriale, la mitizzazione dell’azione e di una vitalità senza freni, e il coinvolgimento di ogni forma espressiva ed anche di ogni attività umana, come mostrano i numerosi «manifesti» (l’ultimo è del 1929) dedicati alla pittura, alla musica, al teatro e via via fino al «partito politico futurista». Un movimento che, pur avendo raggiunto i suoi maggiori risultati nelle arti figurative, ha lasciato traccia in ogni dove, compresa la moda e l’architettura, ed ha avuto un’enorme influenza sui movimenti artistici contemporanei e successivi, dal Cubismo al Surrealismo e al Dadaismo, in tutta Europa e nel mondo”.

Il foglietto, composto da dieci francobolli da 60 centesimi, è dovuto a Franco Filanci, che –come ricorda “Cronaca filatelica” di gennaio- nel 2009 festeggia i quarant’anni di attività come disegnatore di cartevalori postali (la carriera venne aperta con il 50 lire per il mezzo secolo della Federazione fra le società filateliche italiane, uscito il 26 giugno 1969). Il nuovo blocco “non si limita a celebrare le opere più note di questo fondamentale movimento, ma si propone di riviverne lo spirito tra dinamismo anarchico e globalità d’interessi, con la creazione di quello che si potrebbe definire un «foglietto futurista»: in cui francobolli di vario formato e impostazione si contornano in modo «sintetico e alogico» di concetti e parole-chiave del Futurismo, e persino di «dentellature in libertà»”.

I francobolli ne propongono i temi dominanti: il dinamismo, con una sequenza verticale che va dal cane al guinzaglio di Giacomo Balla al “Cavaliere rosso” di Carlo Carrà fino al ciclista di Umberto Boccioni; l’attualità eroica, con il “Treno armato” di Gino Severini; il progresso industriale, con la “Centrale elettrica” di Antonio Sant’Elia. Allo stesso tempo, cita le rinnovate attività espressive: la pittura, con il collage di una “Natura morta” di Ardengo Soffici; la scultura, con le “Forme uniche nella continuità dello spazio” di Boccioni; la letteratura, con le parole in libertà di Marinetti; la musica, con gli intonarumori di Luigi Russolo e un relativo spartito; lo spettacolo, con la serata futurista riportata in uno schizzo di Boccioni; il cinema “fatto a mano”, con un fotogramma di “Vita futurista” di Marinetti e Arnaldo Ginna; gli oggetti, con il mobiletto per fumo di Giacomo Balla. Citato nella vignetta al centro è uno dei prosecutori del movimento, Fortunato Depero, attivo soprattutto in campo grafico e pubblicitario.

Novantamila le confezioni prodotte.

Sempre il 20 febbraio arriveranno altre due emissioni, riguardanti il Comitato olimpico sammarinese (taglio da 1,80 euro) e la ceramica locale (0,36, 0,60, 0,85 euro).

%d bloggers like this: