‘Official’ beginning of Futurism festivities marked with a satellite call to Paris

Ore 18.30 DA MACRO A MICRO. ROMA CHIAMA PARIGI

L’associazione culturale M.I.C.RO. in collaborazione con il MACRO, Museo d’Arte Contemporanea di Roma, darà ufficialmente inizio ai festeggiamenti del Centenario del Futurismo con un collegamento in diretta via satellite con il giornale Le Figaro di Parigi, sulle cui pagine è stato pubblicato il Primo Manifesto del Futurismo nel 1909. Claudio Cantella, corrispondente per la M.I.C.RO. da Parigi, nonché Direttore dell’associazione, aprirà il collegamento con la redazione del giornale francese.

Ore 19.30 “CONTINUITÀ DEL FUTURISMO. SUD-NORD”

Inaugurazione della mostra a cura del Prof. Maurizio Scudiero e della Prof.ssa Anna Maria Ruta, tra i massimi esperti del Futurismo italiano. L’esposizione è dedicata ai più grandi artisti del Futurismo, con particolare attenzione alla continuità, spaziale temporale e tematica, da Sud (Giulio D’Anna, Pippo Rizzo, Vittorio Corona, Giovanni Varvaro) a Nord (Giacomo Balla, Fortunato Depero, Roberto Baldessari, etc). Seguirà l’inaugurazione della Taverna dei Futuristi, luogo ispirato alla famosa Taverna Santopalato di Torino, dove Marinetti, Fillia e gli altri diedero vita alla gastronomia futurista.

Roma, 20 febbraio 2009 – La Commissione europea ha presentato una proposta per proclamare il 2009 “Anno europeo della creatività e dell’innovazione”. Anno fortunato dunque quello in corso, perché celebra mostre, esposizioni e manifestazioni in tutto il Paese. Di queste la maggior parte è dedicata al Centenario del Primo Manifesto Futurista, pubblicato su Le Figaro di Parigi il 20 febbraio del 1909. Data che segna inequivocabilmente la nascita del primo movimento artistico d’avanguardia. Il termine avanguardia, tratto dal gergo militare, inizialmente era stato coniato per significare “essere avanti”, in prima linea. Proprio quello che, sulla scia di Marinetti, pensavano gli artisti aderenti al Manifesto, che inneggiavano al progresso, ai “tangibili miracoli della vita contemporanea, alla ferrea rete di velocità che avvolge la Terra”. Per questo il Novecento sarà poi definito un secolo breve, proprio pensando alla rapidità e alla frequenza dei mutamenti avvenuti. Ma rapidità e velocità non sono sinonimi di brevità. Al contrario, il secolo scorso è stato lungo e denso di significativi avvenimenti. Tra questi proprio la nascita del Futurismo e la pubblicazione del suo Primo Manifesto, a cura di Filippo Tommaso Marinetti, figura simbolo del Novecento.

A Roma, da piazza Giustiniani, in occasione del Centenario, l’Associazione Culturale M.I.C.RO. (Movimento Internazionale Culturale Roma) darà ufficialmente inizio ai festeggiamenti con un collegamento via satellite con la sede parigina de Le Figaro.

Seguirà l’inaugurazione della mostra “CONTINUITÀ DEL FUTURISMO. SUD-NORD”, a cura del Prof. Maurizio Scudiero e della Prof.ssa Anna Maria Ruta, tra i massimi esperti del Futurismo italiano. Il coraggioso tentativo di unire le espressioni figurative più rappresentative dell’intero movimento, da sud a nord appunto, ha prodotto come risultato una magnifica carrellata di nomi illustri: Giulio D’Anna, noto esponente del Futurismo siciliano, Pippo Rizzo, Giovanni Varvaro, Giacomo Balla, Roberto Baldessari, l’eccentrico Fortunato Depero e molti altri. E proprio la varietà stilistica dei singoli è servita a decretare il successo di un gruppo così eterogeneo.

La serata si chiude con l’inaugurazione della Taverna dei Futuristi, luogo ispirato alla famosa Taverna Santopalato di Torino, dove Marinetti, Fillia e gli altri diedero vita alla gastronomia futurista. Quasi tutte le avanguardie artistiche del Novecento hanno affrontato il tema del rapporto tra creatività e alimentazione, con testimonianze di curiosi banchetti risalenti già al primo decennio del secolo scorso. Ma la cucina futurista stravolge la tradizione, risveglia i sensi, sconvolge i ritmi ed invita ad una multisensorialità che i nostri fortemente propugnavano e le cui intuizioni si sono poi rivelate vere e proprie preveggenze in campo alimentare.

L’evento, patrocinato dal Comune di Roma, sarà presenziato dall’Assessore alla cultura del Comune di Roma, Umberto Croppi, da alti rappresentanti delle Istituzioni e del mondo dello Spettacolo.
Il catalogo è edito da Edizioni Diomedea Arte.

M.I.C.R.O.

MACRO

*Really? A satellite connection to Le Figaro? Who made this the “official” start of festivities?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

%d bloggers like this: