Il Futurismo di Fabio Benzi

PRESS RELEASE from Federico Motta Editore:

Il Futurismo
Fabio Benzi

Editore: Federico Motta Editore
Collana: Grandi libri d’arte
Formato: 28 x 33 cm, cartonato con sovraccoperta e cofanetto
Pagine: 384
Illustrazioni: 300 a colori e b/n
Prezzo: 135 €
ISBN: 978-88-7179-585-0
In libreria da ottobre 2008

Federico Motta Editore presenta il Grande libro d’arte di Fabio Benzi sul Futurismo: a quasi cent’anni di distanza dalla pubblicazione del Manifesto del Futurismo di Filippo Tommaso Marinetti (1909), questa nuova, vasta monografia riassume la storia del movimento e i numerosissimi contributi scientifici comparsi soprattutto negli ultimi trent’anni.

Intento di questa nuova monografia generale è quello di offrire, nell’occasione del primo centenario del movimento, un consuntivo di tutti gli aspetti del rinnovamento estetico che il Futurismo propose e realizzò.

Movimento fondamentale nella storia delle avanguardie europee dal Futurismo si dipartono le principali correnti artistiche dell’arte italiana del XX secolo.
L’autore presenta un attento excursus del movimento analizzando gli esponenti principali, da Balla a Boccioni e da Depero a Severini, che ebbero il merito di porre al centro della sensibilità artistica temi che si sarebbero poi imposti in tutte le forme della produzione culturale: la velocità, la metropoli, l’individuo e la guerra.

L’esaltazione della modernità andava così di pari passo con il rifiuto dell’idea di un’arte elitaria, relegata agli spazi dei musei e della cultura aulica, sostituendo al culto del passato l’esplorazione del futuro.

Fabio Benzi (Roma, 1958) insegna Storia dell’Arte Contemporanea all’Università di Chieti. Studioso dell’architettura italiana dal XV al XX secolo, e la ricerca sulla pittura e scultura italiana dalla seconda metà del XIX al XX secolo, con particolare attenzione all’arte europea tra le sue guerre. Fondamentali sono i suoi studi su Balla e il Futurismo, su Sironi, de Chirico, Martini, Severini, Chini e sul periodo liberty e déco italiano di cui ricordiamo il volume della Federico Motta Editore “Liberty e déco” (Milano, 2007).

Fa parte del comitato scientifico della Galleria d’Arte Moderna di Bologna e dal 1992 è direttore della Galleria Comunale d’Arte Moderna di Articoli Corrado. Ha curato diverse grandi mostre di rilievo internazionale per il Palazzo delle Esposizioni e per la Galleria d’Arte Moderna di Roma, per il Museo d’Arte Puskin di Mosca e per l’European Academy for the Arts di Londra.

SOMMARIO

La formazione di un’avanguardia artistica futurista dal Manifesto del futurismo (febbraio 1909)
al Manifesto dei pittori futuristi (febbraio 1910)
Il Manifesto tecnico della pittura futurista (aprile 1910) e la questione del “complementarismo congenito”.
La formazione del primo gruppo futurista
Dall’estate del 1910 all’estate del 1911. Evoluzione e polemiche del gruppo
Un progetto internazionale. L’elaborazione di un linguaggio futurista europeo
La mostra parigina del 1912 e la dialettica delle avanguardie europee
Boccioni leader del movimento
Severini, Carrà, Russolo: tre poetiche alternative
1911-13: la svolta autonoma di Balla
“Lacerba” e la diffusione del futurismo
Armory show e Panama Pacific: errori tattici e conseguenze internazionali.
Vicino al futurismo: simpatizzanti, satelliti. Fratture, abbandoni e giovani adepti
1915: ricostruzione futurista dell’universo. Futurismo, interventismo, guerra
Balla e il rinnovamento dei temi futuristi. Futurismo e teosofia. L’incrocio futurismo-dadaismo
La Grande Esposizione di Milano e il manifesto Contro tutti i ritorni in pittura: allargamento
del futurismo e nuove defezioni verso il “Ritorno all’ordine”
Depero: l’officina del Mago
L’arte meccanica e il mito della macchina
L’aeropittura e l’idealismo cosmico di Prampolini
Centri del futurismo in Italia
Le arti applicate futuriste: dalla Casa d’Arte al Déco, alla “Plastica murale”
Morte di Marinetti e fine del futurismo

Ufficio stampa Federico Motta Editore
Natalina Costa
Giulia Zanichelli giulia.zanichelli@mottaeditore.it tel. 02 30076255

Previous post

%d bloggers like this: