Biennale di Venezia – Homage to Marinetti

BIENNALE VENEZIA: OMAGGIO A MARINETTI NEL PADIGLIONE ITALIA

(AGI) – Roma, 25 mar. – ‘Collaudi. Omaggio a F.T. Marinetti’. Questo e’ il titolo della mostra che sara’ allestita nel nuovo Padiglione Italia alle Tese delle Vergini dell’Arsenale, nell’ambito della 53. Esposizione Internazionale d’Arte di Venezia, dal 7 giugno al 22 novembre. Beatrice Buscaroli, curatrice della mostra insieme con Luca Beatrice, ha spiegato all’AGI che ‘non sara’ ne’ una mostra futurista ne’ una mostra su Marinetti’ ma un vero e proprio omaggio, ‘in estrema liberta’, al fondatore del Futurismo con delle opere appositamente realizzate da 20 artisti italiani contemporanei, tra i quali Sandro Chia, Matteo Basile’, Manfredi Beninati, Nicola Bolla, Giacomo Costa e Luca Pignatelli. Buscaroli ha anche sottolineato che gli artisti hanno reagito molto positivamente all’invito perche’ ‘sono profondamente legati alla figura di Marinetti’. ‘E’ la vitalita’ nel presente che ci interessa del Futurismo, – ha continuato Buscaroli – prima e unica avanguardia italiana del 900′. Un movimento aperto alla coesistenza di tutti i linguaggi, da quelli classici come la pittura e la scultura, alle sperimentazioni avanguardiste del cinema d’artista, della fotografia, dei materiali anomali. Questa visione senza barriere precostituite e’ esattamente quella che abbiamo voluto adottare’. Il nuovo Padiglione Italia, che sara’ ingrandito inglobando agli spazi dell’ex Padiglione Italiano un secondo edificio – passando cosi’ dagli attuali 800 mq a 1800mq – costituira’ una delle principali innovazioni di questa edizione della Biennale di Venezia. Francesco Prosperetti, che guida la direzione generale per l’architettura e l’arte contemporanee del Ministero per i Beni e le Attivita’ Culturali, ha spiegato che negli ultimi 14 anni la Biennale e’ stata diretta quasi solamente da stranieri e che questo ha provacato una serie di lamentele da parte degli addetti ai lavori i quali hanno visto un ridimensionamento della presenza degli artisti italiani. ‘Ora, grazie al nuovo Padiglione Italia all’Arsenale, che sostituisce il cosiddetto Padiglione Italiano, e’ sancita per la prima volta la partecipazione italiana con un apposito padiglione, come per gli altri paesi’, ha detto Prosperetti.

via artdaily:

Inaugurating the renovated headquarters of the Biennale as yet another exhibition venue, The Vision Machine: Futurists in the Biennale will be presented at Ca’ Giustinian from June to November 2009. The exhibition explores the presence of Futurist artists, ideas and works in the Biennale. Curated by IUAV, International Semiotics Laboratory Venice, it is the result of a research undertaken at the Historic Archive of the Contemporary Arts (ASAC).

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

%d bloggers like this: