Bari – convegno, mostra, e cena futurista

Gioia del Colle (Bari) – UN CONVEGNO, UNA MOSTRA E UNA CENA FUTURISTA

Dalla prestigiosa collezione di Carmelo Calò Carducci: 47 disegni, fotografie, manifesti in mostra al Teatro Comunale.

Tre eventi in uno: una mostra, un convegno al Teatro Comunale a partire dalla sera del 20 febbraio e una cena “anticonformista” (carne e pesce nello stesso piatto) sulla base degli studi sulla “gastronomia futurista” del prof. Calò Carducci.

“Dal ricordo di Ricciotto Canudo era giusto cominciare per le celebrazioni del centenario del futurismo – dice il Sindaco di Gioia Piero Longo – e così partiremo dalla serata/convegno del 20 febbraio”.

Ricciotto Canudo fu in contatto con tutte le avanguardie del primo Novecento e quindi anche con i futuristi. A Parigi si affermò soprattutto come primo teorico dell’estetica cinematografica. Ricciotto Canudo era nato a Gioia nel 1877 e si era poi trasferito nella capitale francese dove frequentò i circoli di Picasso, Ravel, Matisse, etc.

Canudo, il Futurismo e la Puglia” sarà il tema degli interventi di illustri ricercatori (primo fra tutti il prof. Giovanni Dotoli, docente dell’Università di Bari e massimo conoscitore dell’opera canudiana) alle ore 18,30 nel foyer del Teatro Comunale di Gioia.

Nello stesso foyer, dopo il ricordo di Canudo, verrà inaugurata la Mostra “Futuristi e Futuristi Pugliesi“. I quadri della esposizione sono 47: riproduzioni di foto, cartoline, bozzetti di scenografie per il teatro di grandi futuristi italiani e di futuristi pugliesi.

Si tratta di rarissimi cimeli, materiali scelti della collezione del prof. Carmelo Calò Carducci. Alle opere di grandi artisti settentrionali (Giacomo Balla, Osvaldo Bot, Fortunato Depero) si affiancano quelle dei pugliesi Oronzo Abbatecola, Silvano Piangiolino e Mario Carli.

Lo stesso prof. Calò Carducci, la sera del 13 marzo (alle ore 20,00) dal palcoscenico del Teatro Comunale di Gioia mostrerà i video di altri esemplari rari della sua collezione di immagini. In sottofondo: musiche di Franco Casavola (compositore futurista di Modugno).

La mostra gioiese resterà aperta fino al prossimo 15 marzo, tutti i giorni dalle ore 17,30 alle 19,30. Gli istituti scolastici potranno prenotarsi per visite mattutine telefonando al n. 0803494243.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

%d bloggers like this: