A Siena, una Giornata Futurista

Verrà presentato l’unico Drappellone futurista per il Palio

Come in tutta Italia, anche a Siena il 20 febbraio si celebrano i cento anni del Futurismo. Nell’evento, dal titolo ’20 febbraio 1909 -20 febbraio 2009: una Giornata Futurista’, verrà mostrato per la prima volta l’unico Drappellone futurista disegnato per il Palio, ritrovato nell’archivio dell’Istituto Nazionale d’Arte Duccio di Buoninsegna. Sconosciuto l’autore del Drappellone futurista, il quale, si suppone fosse collegato a Virgilio Marchi, esponente del movimento culturale italiano.

Ad aprire la manifestazione sarà ‘Omaggio al Futurismo e a Virgilio Marchi’, nell’Istituto Statale d’Arte Duccio di Buoninsegna; alle 10.30 gli studenti leggeranno in inglese e francese il Manifesto del Futurismo; verrà poi proiettato ‘Urban Lines’ di Franca Marini e inaugurata la mostra ‘Corridoio del Partenone. L’architettura di Virgilio Marchi. Copie e interpretazioni delle opere da parte degli studenti’. L’esposizione, in cui ci sono incisioni di Carlo Carra, opere di Gino Severini, Primo Conti, Ardengo Soffici, il quadro di Antonio Marasco ‘Verso Mosca…viaggio del 1914…un cane sciolto!’, e un raro poster di Umberto Boccioni, resterà aperta fino a maggio.

Alle 15 si proseguirà con un dibattito su ‘Musei e Futurismo’e in serata sono previsti aperitivo e cena futuristi. “Siena non ha un passato futurista – ha spiegato Gabriele Borghini Soprintendente per i Beni Storici Artistici e Etnoantropologici di Siena e Grosseto – ma non poteva mancare una riflessione su questo movimento che tanto ha dato all’arte con una manifestazione che si propone di guardare al futurismo anche per i suoi aspetti meno volti al passato e più moderni”.

link

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

%d bloggers like this: